M’han chiesto di descrivere l’Amore:
ci provo, fingerò d’esser poeta
ma non so dire quando nasce o muore.
Per me l’Amore è il cielo che si svela,

un dono degli Dei se corrisposto
(altrimenti ti strozza come un cappio).
L’Amore è tutto, irta strada e meta,
la musica e il profumo della vita,

un pugno nello stomaco, lo scoppio
del sol leone a mezzodì d’agosto.
L’Amore è sangue, lividi e sudore,

strapparti via la pelle con le dita.
Per me l’Amore è il vento sulla vela
quando si gonfia come fosse il cuore.

Annunci